Termini e Condizioni di Vendita

TERMINI E CONDIZIONI DI VENDITA

  1. Effettuando un ordine sul negozio on-line di www.associazionepile.org, il Cliente dichiara di aver preso visione di tutte le indicazioni a lui fornite durante la procedura d’acquisto, e di accettare quindi integralmente le condizioni generali e di pagamento di seguito trascritte.
  2. Viene escluso ogni diritto del Cliente a un risarcimento danni o indennizzo, nonché qualsiasi responsabilità contrattuale o extracontrattuale per danni diretti o indiretti a persone e/o cose, provocati dalla mancata accettazione, anche parziale, di un ordine.

In caso di imprevista indisponibilità della merce e mancata accettazione dell’ordine non verrà fatto alcun addebito al Cliente.

MODALITÀ D’ACQUISTO

  1. La corretta accettazione e ricezione dell’ordine è confermata dal sistema di Associazione Pile mediante una risposta via e-mail, inviata all’indirizzo di posta elettronica comunicato dal Cliente. Tale messaggio di conferma porterà Data e Ora dell’ordine, un “Numero d’Ordine” e un “Codice Cliente”, da utilizzarsi in ogni ulteriore comunicazione.
  2. È responsabilità del Cliente registrarsi con i dati corretti e mantenere aggiornati tali dati.
  3. Modalità di pagamento.

L’acquisto della merce è previsto con modalità di pagamento PAYPAL.
La transazione avviene esclusivamente attraverso il sistema elettronico PAYPAL che utilizza un server sicuro. In nessun momento sarà possibile da parte dello staff PILE e da parte di quello PAYPAL conoscere il numero di carta di credito del Cliente associato al conto PAYPAL, il quale utilizza un server sicuro su una connessione internet protetta e crittografata secondo gli standard attuali del mercato dei pagamenti on-line.

  1. Valuta.

Tutti gli importi visualizzati su ASSOCIAZIONE PILE sono espressi in Euro, che è la valuta di riferimento.
Modalità e spese di consegna.

  1. ASSOCIAZIONE PILE accetta ordini solo con consegna su territorio italiano.
  2. Per ogni ordine effettuato su www.associazionepile.org, PILE emette fattura del materiale spedito, inviandola tramite e-mail all’intestatario dell’ordine, ai sensi dell’art 14 D.P.R. 445/2000 e DL 52/2004. Per l’emissione della fattura, fanno fede le informazioni fornite dal Cliente all’atto dell’ordine. Nessuna variazione in fattura sarà possibile, dopo l’emissione della stessa.
  3. Le spese di consegna sono evidenziate esplicitamente al momento dell’effettuazione dell’ordine. Il pagamento della merce da parte del Cliente avverrà utilizzando il sistema di transazione PAYPAL. Nulla è dovuto in più dal Cliente rispetto al totale dell’ordine.
  4. I tempi di evasione dell’ordine sono di 96 ore. Ritardi causati dai disservizi di POSTE ITALIANA SPA non saranno imputabili ad Associazione PILE.

Una volta spedito l’ordine, sarà l’Associazione PILE a fornire al Cliente il codice spedizione corrispondente al pacco. La tracciabilità dell’ordine sarà visionabile sul sito di POSTE ITALIANE alla voce Cerca Spedizioni.

  1. Al momento della consegna della merce, il Cliente è tenuto a controllare:

che il numero dei colli corrisponda a quanto indicato nel documento di trasporto;
che l’imballo risulti integro, non danneggiato o comunque alterato, anche nei materiali di chiusura.
Eventuali danni all’imballo e/o al prodotto o la mancata corrispondenza del numero dei colli o delle indicazioni, devono essere immediatamente contestati. Il Cliente dovrà così rifiutarsi di accettare il materiale spedito. Sarà poi PILE a rivalersi su Poste Italiane SpA.

  1. Nel caso di mancato ritiro, POSTE ITALIANE garantisce che “per ogni spedizione sono previsti due tentativi di consegna gratuiti. Se in entrambi i casi il destinatario è assente, potrà ritirare la spedizione presso l’ufficio postale indicato sull’avviso lasciato dal corriere (giacenza gratuita per 10 giorni lavorativi, sabato incluso)”. In caso di reiterata impossibilità di consegna, l’ordine verrà automaticamente annullato.
  2. Ai sensi dell’art 5 Dlgs 185/1999 e ai sensi dei Dlgs 06/09/2005 n.206 (codice del consumo) così come riformato dal Dlgs 21/2014 se il cliente è consumatore finale, egli ha diritto a recedere dal contratto di acquisto per qualsiasi motivo, senza necessità di fornire spiegazioni e senza alcuna penalità, fatto salvo quanto indicato nel punto 14.

Per esercitare tale diritto, il Cliente dovrà inviare a Associazione PILE una comunicazione in tal senso, entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della merce. Tale comunicazione dovrà essere inviata a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a:
ASSOCIAZIONE PILE
Via Sandro Pertini 10
21010 Arsago Seprio (Varese)
Una volta pervenutaci il recesso, PILE provvederà rapidamente a comunicare al Cliente le istruzione sulla modalità di restituzione della merce che dovrà esser pervenuta a PILE entro 10 giorni dall’autorizzazione.

  1. Il diritto di recesso è comunque sottoposto alle seguenti condizioni:
  • Il diritto si applica al prodotto acquistato nella sua interezza; non è possibile esercitare recesso solamente su parte del prodotto acquistato;
  • Il bene acquistato dovrà essere integro e restituito nella confezione originale, completa in tutte le sue parti; per limitare danneggiamenti alla confezione originale, raccomandiamo di inserirla in un secondo pacco; vanno evitati in ogni caso: l’apposizione di etichette o nastri adesivi direttamente sulla confezione originale del prodotto;
  • A norma di legge, le spedizioni di restituzione del bene sono a carico del Cliente;
  • La spedizione, fino all’attestato di ricevimento presso la nostra sede, è sotto la completa responsabilità del Cliente;
  • In caso di danneggiamento del bene durante il trasporto, PILE darà comunicazione al Cliente dell’accaduto (entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento del bene nella propria sede), per consentirgli di sporgere tempestivamente denuncia nei confronti del corriere da lui scelto e ottenere il rimborso del valore del bene (se assicurato); in questo caso il prodotto sarà messo a disposizione del cliente per la sua restituzione, contemporaneamente annullando la richiesta di recesso; PILE non risponde in alcun modo per danneggiamenti o furto/smarrimento di beni restituiti con spedizioni non assicurate.
  1. Fatte salve eventuali spese di ripristino dei danni accertati all’imballo originale, PILE provvederà a rimborsare al Cliente l’intero importo già pagato, al netto delle spese di spedizione sostenute, entro 14 giorni dal rientro della merce, tramite procedura di storno dell’importo addebitato sul sistema PAYPAL o mezzo Bonifico Bancario. In quest’ultimo caso, sarà cura del Cliente fornire tempestivamente a PILE le coordinate bancarie sulle quali ottenere il rimborso.
  2. Il diritto di recesso decade totalmente:
  • Per mancanza della confezione esterna e/o dell’imballo interno originale;
  • Per assenza di elementi integranti il prodotto;
  • Per il danneggiamento del prodotto per cause diverse dal trasporto.

Nel caso di decadenza del diritto di recesso, PILE provvederà a restituire al mittente il bene acquistato, addebitandogli le spese di trasporto.

  1. Privacy

I dati personali richiesti in fase di inoltro dell’ordine sono raccolti e trattati al fine di soddisfare le espresse richieste del Cliente e non verranno in alcun caso e a nessun titolo ceduti a terzi. PILE garantisce ai propri clienti il rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali, disciplinata dal codice della privacy di cui DL 196 del 30.06.03.
Titolare del trattamento dei dati è Associazione PILE, via Sandro Pertini 10-21010 Arsago Seprio (Varese).

  1. Reclami.

Ogni eventuale reclamo dovrà essere rivolto a Associazione PILE, via Sandro Pertini 10, 21010 Arsago Seprio (Varese).

  1. Legge applicabile.

Il contratto di vendita tra il Cliente e PILE s’intende concluso in Italia e regolato dalla Legge italiana. Per la soluzione di controversie civili e penali derivanti dalla conclusione del presente contratto di vendita a distanza, se il Cliente è un consumatore, la competenza territoriale è quella del foro di riferimento del suo comune di residenza; in tutti gli altri casi, la competenza territoriale è esclusivamente quella del Foro di Busto Arsizio (VA), previo esperimento obbligatorio del tentativo di mediazione da instaurarsi presso la Camera di Commercio di Varese.